MEL | Il panorama italiano- un nuovo singolo e il ritorno alle origini |Post-Indipendente

Quando una realtà musicale si impone, gli scrittori sentono la necessità di circoscriverla e farla conoscere a quanta più gente possibile sotto il loro occhio; come per il famosissimo “Il Rap spiegato ai bianchi“.

MEL, artista genovese fa uscire dalla grotta (come ci fa sapere dai suoi social https://www.instagram.com/mel_in_music/ ) il suo primo singolo APNEA che trovate qui con tanto di video.

Conosco Mel di persona e sapevo che in cantiere qualcosa si stava muovendo, ma mai avrei immaginato che mi piacesse così tanto il prodotto finale. Credo che sia fondamentale per il panorama italiano che ci sia online APNEA per respirare.

Per molti artisti della scena contemporanea fare musica vuol dire prendere gli anni novanta e rovinarli, facendo a brandelli qualcosa che li aveva a suo modo resi grandi, mentre artisti come i Verdena hanno sempre proseguito quello che i novanta ci avevano consegnato, ovvero una serie di sonorità cariche e dense di senso di evasione e il songwriting cupo, non per forza nichilista, ma a tratti quasi no-future in stile Pistoles.

Mel in un certo senso non ha fatto altro che ritornare alle origini e continuare dal bello. Da ascoltatore ho pensato due cose: che figata, sembra che nell’ultimo decennio non si sia parlato solamente di troie, diamanti, coca e vestiti di Gucci, ma c’è anche chi come MEL imbraccia un basso e spara liriche con gli attributi. E la seconda : Era dai primi Verdena che non sentivo un testo in italiano che mi emozionasse nel panorama underground.

Il video lo lascio giudicare a voi perché a me è piaciuto moltissimo e segna una nuova tacca per le bassiste perché questo è decisamente il loro anno.